CHI È MARIA LUIGIA

Utile pedina politica e diplomatica in un’Europa sconvolta e ridisegnata dalle guerre della Francia napoleonica, Maria Luigia (Vienna 1791-Parma 1847), figlia primogenita dell’imperatore Francesco I d’Asburgo, andò sposa a Bonaparte nel marzo 1810. Fino al 1814 legò il suo destino e la sua vita a Napoleone, venendo così consegnata alle pagine della grande storia quale imperatrice dei francesi. Non deludendo le aspettative in lei riposte, già nel 1811 aveva partorito il sospirato erede maschio, Napoleone Francesco, re di Roma.

Rientrata con il bambino sotto la tutela paterna a seguito della prima abdicazione del marito, attese che il Congresso di Vienna le confermasse l’assegnazione dei ducati di Parma, Piacenza e Guastalla già individuati per lei e per il figlio da Napoleone. Mise piede nelle terre emiliane il 20 aprile 1816, accompagnata non dal piccolo Bonaparte, ma dal generale Adam Neipperg, suo nuovo compagno di vita e vero reggitore del ducato. Da quella relazione nacquero precocemente (nel 1817 e nel 1819) Albertina e Guglielmo, chiamati conti di Montenuovo.

Nei ducati venne subito avviata una forte politica assistenziale gradita alla popolazione, furono aperti numerosi cantieri di opere pubbliche e infrastrutture e fu favorita la rinascita artistica e culturale della capitale.

Una serie di lutti segnò la prima fase del regno luigino: alla morte di Neipperg (1829; con lui la sovrana si era sposata nel 1821), seguirono quella del figlio (1832; dal 1818 divenuto duca di Reichstadt) e quella del padre (1835), personaggio chiave nella vita di Maria Luigia. Risposatasi nel 1833 con il maggiordomo maggiore Charles René de Bombelles, che avviò una diversa gestione amministrativa e politica, si spense a Parma il 17 dicembre 1847 e fu sepolta come suo desiderio nella chiesa dei Cappuccini a Vienna.

Lefevre - Maria Luigia - Maria Luigia 2016