Luoghi

ROCCA SANVITALE DI FONTANELLATO

Rocca Sanvitale di Fontanellato - Maria Luigia 2016

Albertina di Montenuovo, figlia amatissima di Maria Luigia e del conte Adam Neipperg, nel 1833 sposa il conte Luigi Sanvitale, esponente di una delle casate parmensi più antiche e facoltose. La coppia vivrà nelle residenze di famiglia: il palazzo in città (oggi proprietà di un istituto di credito) e la rocca di Fontanellato (oggi sede municipale), che ospita opere d’arte, arredi, armi e cimeli che testimoniano la vita dei proprietari e anche di Maria Luigia, alla quale è dedicata una sala. Poco lontano dalla Rocca, rimane il vasto parco romantico realizzato per volere di Luigi Sanvitale, con belle serre neoclassiche, grandi alberature, un castelletto e una meridiana.

Circondata completamente dalle acque di un fossato, la Rocca è una delle fortezze meglio conservate del Parmense, esempio di architettura fortificata medievale via via adattata alle esigenze di residenza signorile tra Cinque e Ottocento. Alla prima fase di questo processo di trasformazione risale il suo tesoro maggiore: la celebre saletta di Diana e Atteone affrescata dal Parmigianino.