Luoghi

CIMITERO DELLA VILLETTA

Cimitero della Villetta - Maria Luigia 2016

Il nuovo cimitero della città è tra le prime opere pubbliche del governo luigino: nel 1817 si apre il cantiere di un ampio recinto sepolcrale a pianta ottagonale, su disegno dell’ingegnere Antonio Cocconcelli, coadiuvato dal genero architetto Nicolò Bettoli. Il luogo scelto, fuori Porta San Francesco, appartiene al demanio: è il podere della Villetta, già residenza ebdomadaria del Collegio dei Nobili.

Nel 1804 Napoleone emana il famoso editto di Saint-Cloud, che impone a tutte le città dell’impero di costruire cimiteri al di fuori delle mura cittadine per motivi igienici. Soltanto progettato a Parma prima sotto i Borbone e in seguito sotto i Francesi, il nuovo cimitero della città sarà realizzato da Maria Luigia. Se le inumazioni iniziano appena possibile, nel timore che si diffonda il tifo, la cappella è inaugurata nel 1819 e i muri di cinta sono terminati nel 1823, permettendo nei decenni seguenti la progressiva costruzione del portico ad arcate.